Cerca
  • Ambra Piscopo

Liberarsi dal senso di colpa

Aggiornato il: ago 15

Antonio si è consultato con me perché sua moglie di 28 anni aveva minacciato di lasciarlo se non avesse smesso di incolparla tutto il tempo. Ha ammesso di incolparla spesso in una varietà di situazioni. La biasimava se pensava che avesse commesso un errore, se pensava che avesse sbagliato qualcosa, se si sentiva solo, o anche se aveva una brutta giornata al lavoro.


Mentre esploravo varie situazioni con lui, è diventato evidente che non stava solo incolpando sua moglie. Antonio incolpava e si giudicava costantemente. Si picchiava verbalmente per errori, dicendosi cose tipo "Sono un tale idiota" e spesso diceva cose molto negative a se stesso, come "Le cose non andranno mai meglio", o "Sono solo un perdente" o "Io sono una grande delusione per me stesso. ” Si sentiva agitato per la relazione ma non ha mai collegato la sua rabbia con il suo giudizio di sé. Invece, scaricava la sua rabbia su sua moglie o urlava agli altri conducenti sull'autostrada.


È diventato evidente che non sarebbe stato in grado di smettere di incolpare sua moglie fino a quando non avesse smesso di incolpare e giudicare se stesso. La sua dipendenza da incolpare gli altri era il risultato diretto del suo abuso di sé.


Il problema era che lui aveva imparato ad essere molto autoindulgente riguardo ai suoi pensieri. Lasciava che i suoi pensieri dilagassero, senza mai smettere di discernere se ciò che stava dicendo a se stesso fosse la verità o una bugia. Di conseguenza, lasciava costantemente che la parte ferita di se stesso, il suo sé ego, fosse al comando. E questa parte di lui era piena di tutte le bugie che aveva imparato nei 46 anni della sua vita.


Antonio rimase sgomento quando si rese conto che tutta la sua rabbia verso gli altri era in realtà la sua rabbia verso se stesso per aver abusato di se stesso. Stava proiettando sugli altri quello che stava facendo a se stesso. Vide che era particolarmente sensibile al giudizio degli altri perché giudicava così tanto se stesso.


Mentre esploravamo il motivo per cui lui era così autolesionista, si rese conto che credeva che se si fosse giudicato abbastanza, avrebbe potuto avere il controllo sul convincersi a far sempre "bene". Si è reso conto che questo non era vero da un'esperienza che ha avuto giocando a tennis.


“Ho giocato mercoledì scorso ed ero di ottimo umore. Stavo giocando solo per il gusto di farlo, piuttosto che per giocare bene, e ho giocato il mio miglior gioco di sempre! Il giorno dopo ho giocato peggio di quanto non facessi per molto tempo. Mi sono reso conto che, avendo fatto così bene mercoledì, ora volevo avere il controllo anche su giovedì. Non appena ho provato a controllarlo, l'ho perso."


Voglio smetterla, ma l'ho fatto per tutta la vita. Come mi fermo?


Fermare qualsiasi dipendenza è sempre una sfida. Cambiare il nostro processo di pensiero è particolarmente impegnativo. Tuttavia, è disponibile un processo, ma funzionerà solo quando si desidera veramente cambiare. Passare dall'abuso di sé, all'amore per se stessi deve diventare più importante per te che continuare a cercare di controllarti attraverso i tuoi auto-giudizi.


1. Presta attenzione ai tuoi sentimenti. Impara a essere consapevole di quando ti senti arrabbiato, ansioso, ferito, spaventato, colpevole, vergognoso, depresso e così via.


2. Prendi una decisione consapevole per conoscere ciò che stai dicendo a te stesso che sta causando il tuo dolore, piuttosto che ignorarlo, dedicarti a dipendenze da sostanze o shopping online.


3. Chiediti: "Cosa sto dicendo a me stesso che mi fa stare male?" Una volta che sei consapevole di quello che stai dicendo a te stesso, chiediti: "Sono certo che quello che sto dicendo a me stesso è la verità, o è solo qualcosa che ho inventato? "Quindi chiediti:" Cosa sto cercando di controllare dicendomi questo? "


4. Una volta che sei consapevole che stai dicendo a te stesso una bugia che ti sta facendo sentire male e perché lo stai dicendo a te stesso, chiedi alla parte più alta e più saggia di te stesso, o chiedi a un insegnante interiore o una fonte spirituale di guida , "Qual è la verità?" Quando desideri sinceramente conoscere la verità, ti verrà facilmente in mente.


5. Cambia il tuo modo di pensare, ora dicendo a te stesso la verità.


6. Nota come ti senti. Le bugie ti faranno sempre sentire male, mentre la verità porta la pace interiore. Ogni volta che non sei in pace, segui questo processo per scoprire quale bugia stai dicendo a te stesso. Alla fine, con abbastanza pratica, riuscirai

#cambiamento #ansia

4 visualizzazioni

©2019 di La mia coach. Creato con Wix.com